Da La Repubblica del 10/02/2005

L'ex di "Potere operaio" dopo la prescrizione ha raccontato: "Dopo oltre 30 anni posso parlare, non eravamo in 3 ma in 6"

Primavalle, nuova indagine dopo le rivelazioni di Lollo

La procura di Roma ora potrebbe lavorare sull'ipotesi di strage

di AA.VV.

ROMA - A quasi 32 anni di distanza la magistratura di Roma torna ad indagare sul rogo di Primavalle nel quale persero la vita i fratelli Stefano e Virgilio Mattei. A riaccendere l'attenzione della procura di piazzale Clodio sono state le dichiarazioni di Achille Lollo al Corriere della Sera. Il pubblico ministero Maria Monteleone sta valutando infatti la possibilità di cambiare la configurazione del reato da per i fatti avvenuti nella notte tra il 15 e 16 aprile 1973: non più omicidio colposo, per il quale l'ex militante di Potere Operaio ha recentemente ottenuto la prescrizione, bensì quello di strage. "Non siamo stati in tre a organizzare l'attentato - ha confessato Lollo nella sua conversazione con il quotidiano - Eravamo in sei. Ho rispettato un silenzio di oltre trent'anni, oggi non ha più senso. Voglio dire tutta la verità sul rogo e sulla morte dei fratelli Mattei". Lollo, che vive in Brasile da 18 anni, prima latitante e ora libero cittadino, ha poi raccontato: "Oltre a me, Marino Clavo e Manlio Grillo - racconta Lollo - c'erano altri tre compagni. Hanno vissuto liberi e tranquilli questi 32 anni. In molti vennero a sapere la verità su Primavalle nei mesi successivi, compresi i vertici di Potop. La verità vera. Quando io venni arrestato nessuno degli altri cinque scappò. Erano strasicuri che non avrei parlato. Clavo e Grillo fuggirono all'estero qualche tempo dopo. Gli altri tre non ne ebbero mai bisogno, qualcuno o qualcosa li salvò dall'accusa". A partecipare all'organizzazione di quella strage, sostiene Lollo, ci furono anche "Paolo Gaeta, Diana Perrone e Elisabetta Lecco. Liberi e tranquilli - dice - da 32 anni". Se ha deciso di parlare solo adesso, aggiunge Lollo, è perché è intervenuta la prescrizione ed è inoltre scaduto un patto di "silenzio ideologico" che i sei si fecero all'indomani del blitz che portò alla morte dei fratelli Virgilio e Stefano Mattei, figli del segretario della sezione del Movimento sociale di Primavalle.
Dopo il rogo i sei giurarono che non avrebbero raccontato nulla di quanto avvenne quella notte del 15 aprile 1973 per trent'anni. Però, aggiunge l'ex di Potere operaio, ben presto Gaeta, Perrone e Lecco uscirono dalle indagini e divennero semplici testimoni. "Qualcuno o qualcosa - aggiunge Lollo - li salvò dall'accusa".

Ma Lollo, dopo aver ricostruito quanto avvenne la notte del rogo, continua a insistere su un punto: "Noi non abbiamo incendiato la casa di Mattei. Nessuno fece scivolare la benzina sotto la porta. l'innesco non si accese. E poi loro non vennero colti nel sonno, ci stavano aspettando. Da dietro la porta, prima di scappare, sentii una voce: 'Eccoli, arrivano...' Una voce che ho in testa da trent'anni".

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Parla uno dei tre attentatori, ex di Potop, fuggito in Nicaragua. Un nastro registrato e sottoscritto riapre il caso giudiziario del '73
"Primavalle, strage firmata Br". Grillo: eravamo brigatisti in prova
di Marco Ansaldo su Corriere della Sera del 19/10/2006
Il documento con le registrazioni di Grillo: "Dopo Primavalle
"A capo dell'organizzazione un uomo potente, mai scoperto"
Di seguito alcuni brani delle dichiarazioni registrate di Manlio Grillo e della sua "intervistatrice":
di AA.VV. su Corriere della Sera del 19/10/2006

News in archivio

Rogo di Primavalle Lollo sarÓ interrogato
Il Tribunal de justicia superior brasiliano ha dato via libera alla richiesta di rogatoria internazionale della Procura di Roma
su La Repubblica del 13/09/2005
Primavalle, FragalÓ: ''Rogatorie in Brasile e Nicaragua per Lollo e Grillo''
Spunta anche un mancato attentato di 'Potere Operaio' a Sulmona
su Adnkronos del 22/05/2005
 
Cos'´┐Ż Archivio900?
´┐ŻIo so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt´┐Ż ´┐Ż una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)´┐Ż... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono giÓ registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2021
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0