Da Panorama del 14/10/2004

A me m'ha rovinato Greenpeace

Intervista a Giorgio Comerio

traffico di scorie nucleari. L'affondamento di navi cariche di veleni nel Mediterraneo. L'omicidio della giornalista Ilaria Alpi... Tutte accuse pesanti dalle quali il faccendiere di Busto Arsizio si difende giurando di essere vittima di una montatura ambientalista. Ma che fa comodo ai petrolieri.

di Marina Marinetti

Marinetti - Il suo nome uscì per la prima volta nel 1995, quando Greenpeace denunciò che la sua società, la Odm, voleva seppellire scorie nucleari in Sud Africa violando le convenzioni internazionali.
Comerio - La questione Odm è sempre stata una bufala pompata da Greenpeace alla ricerca di pubblicità e di argomenti contro il nucleare. Bisognava fare notizia. Il primo articolo apparve sul settimanale Cuore, «infartatosi» qualche anno dopo, e fu ripreso dalla stampa nazionale.

[...]

Marinetti - Qual è stato il passaggio dallo studio della Comunità Europea all' Odm?
Comerio - Ho partecipato alla ricerca come fornitore di un apparato di trasmissione dati e, quando il tutto è stato reso pubblico, ho pensato di trasformare il progetto in una realtà aprendo una società. Ovviamente nel rispetto delle leggi.

[...]

Marinetti - Allora perché è stato indagato?
Comerio - Avevamo appena iniziato gli studi di ingegnerizzazione quando, alla frontiera fra Italia e Svizzera, un doganiere, guardando in una cartella, ha visto le foto dei penetratori (siluri lunghi 16 metri e pesanti circa 200 tonnellate ciascuno, ndr) e li ha scambiati per razzi. Apriti ciclo: interrogatori, ispezioni della Guardia di finanza, e così via. Ovviamente senza risultati: nessuna bomba atomica in giardino, nessun razzo in solaio. Solo carte e calcoli.
Marinetti - E la denuncia dì Greenpeace?
Comerio - Forse qualcuno nella Gdf ha pensato di dare copia dei materiali sequestrati «per studiarli» a Greenpeace, che ha colto la palla al balzo per farsi un po' di pubblicità. È incredibile come sia stata rapida: come se Greenpeace avesse avuto un ufficio al Comando della Gdf.

[...]

Marinetti - Arriviamo alla Jolly Rosso e alle circa 40 navi affondate nel Mediterraneo con carichi di rifiuti tossici, come la Rigel e la Four Star. Lo scorso anno la procura ha riaperto l'inchiesta. E, accanto all'armatore Ignazio Messina, è spuntato il suo nome.
Comerio - Pare che abbiano trovato nella cabina del comandante delle planimetrie di possibili siti idonei all'uso dei penetratori, planimetrie scaricabili da chiunque dal sito Internet che avevamo aperto. Allora io sono coinvolto?
Marinetti - Ce lo dica lei.
Comerio - Sapete quanti studenti, da tutto il mondo, si erano collegati al nostro sito Internet per curiosità, per studio, per svago? Oltre 100, 150 al giorno. Ma che cosa ha detto il comandante a chi gli avrà ben chiesto dove e da chi ha avuto le planimetrie? Nessuno ce lo dice. Deve essere una risposta talmente banale che questa ipotesi del mio coinvolgimento può solo far ridere.
Marinetti - Non è vero neppure che lei era in contatto con Ali Mahdi, uno dei signori della guerra somala. E che i traffici dì Odm sono collegati all'assassinio di Miran Hrovatin e...
Comerio - ...Ilaria Alpi: ma che cosa centro io? Non conosco nessuna delle persone che l'hanno conosciuta, non sono mai andato nel Corno d'Africa e neppure ho mai telefonato a qualcuno che operasse in quelle zone. Per mia fortuna. Ma il nome di Ilaria Alpi attira il lettore.
Marinetti - Secondo lei, perché l'hanno tirata in ballo?
Comerio - Non so, ma questa è stata la mascalzonata più indegna, la montatura più bieca. Per favore, bisogna sottolineare che dopo dieci anni non solo non è emerso nessun fatto criminoso che mi coinvolga, ma neppure nessuna ipotesi di reato. In compenso, cercando su Internet il mio nome, sono sempre indicato come il boss delle scorie nucleari.

[...]

Marinetti - Insomma, chi ci sarebbe dietro questo accanimento nei suoi confronti?
Comerio - Il mio era un modo sicuro per smaltire le scorie radioattive che giacciono accatastate un po' come capita. Vi siete mai chiesti a chi giova consumare petrolio e non uranio?

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

"Garowee Bosaso" e i bidoni occultati
Rifiuti tossici, sulla pista di Ilaria
di Maurizio Torrealta su RaiNews24 del 23/09/2005
 
Cos'´┐Ż Archivio900?
´┐ŻIo so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt´┐Ż ´┐Ż una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)´┐Ż... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono giÓ registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0