Da Archivio '900 del 06/04/2012

Moby Prince, 21 anni dopo. Un appello

di Loris Rispoli

Sono passati 21 anni ed è lecito che una comunità, un paese si dimentichi di un evento, la memoria si affievolisce, i protagonisti piano piano diminuiscono e se non ci fossero coloro che per scelta, spesso obbligata dall’evento si impegnano affinchè la memoria non si disperda, tutto andrebbe perduto. Noi vogliamo essere coloro che NON DIMENTICANO questa e tutte le tragedie del paese, perchè non abbiano a ripetersi, perché il ricordo di coloro che tragicamente ci hanno lasciato continui a camminarci accanto.

Con noi ci saranno le famiglie delle Vittime di Viareggio, da Casale Monferrato chi difende la Memoria delle Vittime dell’amianto, chi lotta contro le morti sul lavoro come la Toffolutti da Piombino.

La tragedia del moby prince ha toccato tutta l’Italia da Trapani a Bolzano, e martedi l’Italia dei mille Comuni sarà rappresentata a Livorno, ci saranno Regioni, Province e Comuni.

Ci saranno i familiari, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, del Veneto alle Marche, dalla Calabria all’Emilia per ricordare i loro congiunti insieme, uniti nel dolore e nel ricordo, uniti nella incessante richiesta di Giustizia,

Livorno sarà per un giorno, come ogni anno la loro città adottiva, li guarderà sfilare, li accompagnerà nel percorso, li abbraccerà come sempre fa una città ospitale.

I loro sguardi, le loro lacrime cercheranno i vostri, che non hanno risposte ma saranno ugualmente venati dal singhiozzo.

Livorno con la sua gente che sembra spesso volere scrollarsi di dosso questo dolore, non può restare a casa.

Livorno con le sue fiere tradizioni democratiche non può dimenticare.

Livorno del Volontariato, delle mille associazioni, degli operai e degli studenti, non può restare insensibile a una richiesta di solidarietà

Il 10 Aprile diventi il giorno del dolore, della memoria e della rivendicazione del diritto a sapere per tutti.

La Verità, la giustizia, se da una parte servono a lenire il dolore di chi ha perso un congiunto sono anche patrimonio collettivo di tutti.

Il 10 Aprile non ci saranno a Livorno molti campani, il sindaco di Torre del Greco On.

Borriello ha deciso che per motivi di bilancio non si poteva sovvenzionare il pulmann che ogni anno ha portano una 50 di familiari nella nostra città, quelle donne, quelle madri che carezzavano la lapide, che con gli occhi gonfi di dolore ma con fierezza portavano lo striscione o il lenzuolo con i nomi quest’anno non ci saranno.

I tagli di bilancio hanno impedito la loro partecipazione, una stupida e insignificante riga di bilancio gli toglie la possibilità di condividere il dolore e l’ansia di giustizia con tutti gli altri, certo lo faranno a casa loro, magari riunendosi sotto le finestre del sindaco che lo ha negato, ma per nessuno sarà lo stesso.

È con il cuore che chiedo a Livorno, alla mia città, ai miei concittadini di partecipare, sentitevi in dovere di sostituire, di moltiplicare quelle persone. quelle famiglie a cui il diritto a esserci è stato negato.

Grazie a tutti coloro che almeno per una volta sceglieranno di non restare a casa ma di essere protagonisti e partecipi della storia.

Loris Rispoli

Sullo stesso argomento

News in archivio

Misterioso episodio a Marina di Pisa, che giunge poche settimane dopo la riapertura dell'inchiesta sul disastro del traghetto, che provocò 140 morti. L'uomo picchiato e chiuso nell'auto in fiamme
Moby Prince, aggredito consulente tecnico
L'avvocato Palermo, che assiste alcune famiglie delle vittime: "Segnali preoccupanti che però mostrano che siamo sulla strada giusta". Ma il pm invita a una "grande cautela"
su La Repubblica del 19/11/2007
Navi militari la possibile causa della sciagura del Moby Prince
Scritto da Paolo Cordova per disinformazione.it
su mondoacolori.org del 27/06/2007
L'assessre Bertolucci alla cerimonia di Livorno: "La Regione non abbassa la guardia e lavora per la sicurezza in mare".
MOBY PRINCE 16 ANNI DOPO: IMPEGNO PER LA VERITA
Fonte: ViaRoma100.net
su mondoacolori.org del 11/04/2007
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0