Da La Repubblica del 23/05/2007

I documenti ripresi da "Newsweek" riguardano i viaggi all´estero del reporter. Le vendette selettive dei pasdaran del nuovo corso

Varsavia, la guerra dei dossier "Kapuscinski collaborò con il regime"

Dagli archivi i rapporti del giornalista ai Servizi segreti comunisti

di Andrea Tarquini

BERLINO - Il grande intellettuale polacco Ryszard Kapuscinski - uno dei massimi reporter dell´èra moderna - collaborò con i servizi segreti del vecchio regime di Varsavia. La pesante accusa è mossa dall´edizione polacca di Newsweek, sulla base di documenti dell´Istituto per la memoria nazionale (Ipn, politicamente molto vicino al governo nazionalpopulista dei gemelli Kaczynski). Lo scoop appare all´opposizione un nuovo atto della guerra sporca dei dossier che la destra radicale al potere a Varsavia, in un clima maccartista da caccia alle streghe, scatena contro l´élite liberal protagonista insieme alla giunta di Jaruzelski della transizione non violenta alla democrazia nel 1989, l´avvio della caduta dei Muri. L´accusa è rivolta a un morto, che non può difendersi.
Kapuscinski, secondo i dossier, dopo diversi dei suoi numerosi viaggi in tutto il mondo come reporter dell´agenzia di stampa polacca Pap, dovette compilare per i servizi rapporti per descrivere la situazione dei paesi visitati: dal Messico a Stati africani. Normale allora in tutto il blocco sovietico. Nei documenti ci sarebbero anche tre ricevute di spese sostenute. Inevitabile, sotto il comunismo, per giustificare la rara concessione di valuta.
Ernest Skalski, che lavorò con lui alla Pap, lo difende. «Sono materiali di scarsa importanza, so che egli ha sempre cercato di non nuocere a nessuno». I rapporti riguardavano paesi stranieri, non il dissenso polacco. In un solo caso - non si sa quale - Kapuscinski secondo Newsweek scrisse di un polacco emigrato. Mai di oppositori in patria.
«La collaborazione», continua Skalski, «era il prezzo da pagare per viaggiare. Senza quei rapporti che non danneggiavano nessuno, non avremmo mai avuto opere come "Shah in Shah, "La prima guerra del calcio" e molti altri memorabili libri». Newsweek si difende: non valgono sempre giudizi affrettati, a volte il colpevole è innocente. «Anch´io», narra Skalski, «dovetti impegnarmi a fornire informazioni sull´estero in cambio dei viaggi».
Il caso esplode in un clima pesante. Il governo nazionalpopulista, antieuropeo e omofobo dei Kaczynski e dei loro alleati d´ultradestra usa i vecchi dossier - spesso erano falsi prefabbricati per tenersi pronti a diffamare le voci critiche - nella battaglia contro le forze democratiche di ogni colore. Dopo lo schiaffo subìto dalla Corte costituzionale (che ha bocciato la legge sulle epurazioni), le crescenti tensioni con l´Unione europea e con Mosca e l´appello per la democrazia dei veterani dell´89, gli ex presidenti Kwasniewski e Walesa, il governo dei gemelli è sempre più nervoso e pronto a ogni mezzo.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Un'inchiesta del «Chicago Tribune» mette in imbarazzo l'Agenzia
Caccia agli agenti Cia. Gli indirizzi? Su Internet
Identificate 2.600 spie con l'aiuto del web
di Guido Olimpio su Corriere della Sera del 12/03/2006
 
Cos'è Archivio900?
«Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realtà è una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)»... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0