La strage Piazza Fontana. Verità e memoria

Edito da Feltrinelli Editore, 2002
160 pagine, € 6,71
ISBN 880781515X

di Gianfranco Bettin, Maurizio Dianese

Quarta di copertina

La strage di Piazza Fontana, il delitto che più ha segnato la vita di questo paese, è ancora ufficialmente impunito. Come avvenne e quale è la verità? Un racconto incalzante che fruga nel cupo, torbido gorgo degli anni della strategia della tensione sbalzando in primo piano ritratti, personaggi, percorsi ed episodi che ci riportano alla realtà autentica dell'eversione nera e dei suoi legami con il potere politico.
Questo è un libro per chi ricorda, ma anche per chi non ricorda e per chi ancora non sa. Al centro della storia qui narrata c'è la strage di piazza Fontana, la "strage" per antonomasia, che il 12 dicembre 1969 consegn" sedici morti e ottantaquattro feriti alla coscienza civile e politica italiana. Quello che dapprima si tent" di dipingere come un attentato anarchico e poi fu verosimilmente identificato come un attacco neofascista alla democrazia è rimasto un delitto impunito. Depistaggi, misteri, oblio hanno concorso a lasciare irrisolto il terribile enigma di questo crimine. Oggi, accertati da nuove indagini, i legami fra un gruppo di picchiatori neri della provincia veneta e i livelli occulti degli apparati di stato tornano in verbali, interrogatori e deposizioni, e mettono in evidenza un disegno di destabilizzazione politica che, pur fallendo in parte, ha segnato trent'anni di vita civile in Italia. Maurizio Dianese e Gianfranco Bettin, un giornalista e uno scrittore, per la prima volta ricostruiscono il background umano e culturale del Veneto neofascista, il materializzarsi tragico dei progetti stragisti, l'architettura del mistero che ha occultato mandanti e responsabili diretti, e infine le nuove piste che hanno condotto alla riapertura del processo. Ne risulta una storia di intrighi e violenze feroci, di trame sofisticate e maldestre provocazioni, di cialtronerie e infamie, insieme a una sequenza di verità offese che devono venire alla luce.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

La compagna dell'anarchico chiamata alla giornata delle vittime
Gemma Calabresi accoglie la Pinelli
«Giusto l'invito del Colle». Ma le associazioni dei familiari si dividono
di Claudio Del Frate su Corriere della Sera del 07/05/2009
INCHIESTE Carlo Lucarelli ricostruisce la carneficina di Milano e svela alcuni retroscena
La vittima preventiva di piazza Fontana
Tre mesi prima della strage un ex carabiniere morì in modo sospetto
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 11/03/2007
Strage di piazza Fontana, l'ex magistrato che scrisse la sentenza sulla morte dell'anarchico e la proposta di «Liberazione»
«Un francobollo in ricordo di Pinelli? Sì, ma non si uccida ancora Calabresi»
Il senatore D'Ambrosio: da pazzi ripetere la tesi dell'omicidio
di Dino Martirano su Corriere della Sera del 18/12/2006
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0