Antologia per una strage. Bologna 2 agosto 1980

Edito da Minerva Edizioni, 2005
152 pagine, € 10,00
ISBN 8873811280

di G. Pietro Testa

Quarta di copertina

La riedizione aggiornata dell'antologia di poesie che Gian Pietro Testa, giornalista de L'Unità e di altre importanti testate italiane, compose nel settembre del 1980, subito a ridosso della Strage di Bologna. Le liriche ridanno voce alle 84 vittime della bomba (l'ottantacinquesima morì mentre la prima edizione era ancora in stampa), una voce che doveva essere quella libera di uomini, donne e bambini inseriti in una società alla drammatica ricerca di se stessa. Alle poesie sono abbinate importanti e spesso inedite immagini fotografiche d'archivio che documentano le fasi più drammatiche di quella tragica giornata. Il volume è patrocinato dall'Associazione Familiari delle Vittime del 2 Agosto e dal Comune di Bologna.

Perchè un libro in poesia sulla strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna? Lo stesso autore, ponendosi l'interrogativo, ha risposto che il linguaggio giornalistico, al quale da tanti anni è legato per professione, non era più sufficiente, soprattutto non era più adeguato, con i suoi forzosi schematismi, le sue formule, le sue aggettivazioni spesso paradossali, a esprimere non soltanto l'enormità dell'ennesima strage dell'ultima storia italiana - e la strage più spaventosa - ma anche i sentimenti del cronista alle prese con avvenimenti (sempre gli stessi) sui quali il potere non ha mai voluto dare spiegazioni, se non quelle rituali uscite da processi incompleti, parziali, non chiarificatori. L'idea dell'antologia (e il titolo, volutamente richiama Spoon river Anthology dell'americano Edgar Lee Masters) è nata anche dalla necessità avvertita dall'autore di dar voce alle 84 vittime della bomba (l'85ma morì mentre la prima edizione del volume - ottobre 1980 - era in stampa), una voce che doveva essere quella libera di uomini, donne e bambini inseriti in una società alla ricerca, affannosa e drammatica, di se stessa. Sono, duqnue, 84 voci a parlare, 84 voci che la bomba del 2 agosto non è riuscita a far tacere. Ne è uscita una sola denuncia contro la barbarie, un coro talvolta sommesso, talaltra acre nell'invettiva, che si conclude e si realizza nella figura dell'ultima voce, quella di MAria Fresu, la vittima polverizzata dall'esplosione, che vuole rappresentare la coscienza di una società più giusta.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

La compagna dell'anarchico chiamata alla giornata delle vittime
Gemma Calabresi accoglie la Pinelli
«Giusto l'invito del Colle». Ma le associazioni dei familiari si dividono
di Claudio Del Frate su Corriere della Sera del 07/05/2009
La nuova inchiesta Lo «Sciacallo» tira in ballo i servizi segreti americani. Torna la pista del tedesco Kram
Carlos «assolve» Mambro e Fioravanti
Strage di Bologna, è stato interrogato per la prima volta a Parigi
di Biagio Marsiglia su Corriere della Sera del 26/04/2009

News in archivio

La bomba scoppiò alle 10.25 del 2 agosto 1980 nel piazzale della stazione. Cofferati: "Per arrivare alla verità si operi senza nessuna zona di incertezza"
Strage Bologna, si celebra il 27° anniversario. Bolognesi: "Sul web i documenti dei servizi"
Napolitano: "Indispensabile mantenere viva la memoria di quella drammatica stagione"
su La Repubblica del 02/08/2007
La bomba scoppiò alle 10.25 del 2 agosto 1980 nel piazzale della stazione. Il presidente dell'associazione dei familiari delle vittime si scaglia contro "l'omicidio politico"
Strage Bologna, le accuse di Bolognesi. "In Parlamento gli amici dei terroristi"
Prodi: "Le vittime hanno bisogno di verità per perdonare, e anche la democrazia ne ha bisogno". Napolitano: "Indispensabile mantenere viva la memoria di quella drammatica stagione"
su La Repubblica del 02/08/2007
Comunicato stampa: dal libro di Riccardo Bocca rivelazioni sulla strage di Bologna
Fonte: Associazione Familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna
su mondoacolori.org del 28/06/2007
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0