Accadde in Italia: 1968/1977. Libro bianco sull'ultima generazione

Edito da Garzanti Libri, 1978
365 pagine

di Alberto Ronchey

Quarta di copertina

Accadde in Italia: 1968/1977.

Già nel Cinquecento, dopo aver dato all'Europa il prestigio del suo Rinascimento, l'Italia si chiuse in un riflusso che rischiò di emarginarla. E oggi, dopo gli anni del suo miracolo economico, dell'affermazione dell'italian style, rischia nuovamente di essere espulsa dal filone centrale dello sviluppo europeo. Nella crisi più grave del dopoguerra, ciascuno è sempre più presuaso di aver diritto a un vivere migliore e si ribella. Ribellandosi, rende quel vivere peggiore a sè e agli altri. Così il Paese vive una rivoluzione informale. Il vecchio potere non comanda più, il nuovo non comanda ancora. Intanto la situazione economica si deteriora e il dramma generale si accelera. Il panorama, complesso e delicato, è qui fotografato da uno dei più acuti osservatori contemporanei.

Libro bianco sull'ultima generazione.

Altrove, nel mondo occidentale, la rivolta dei giovani è ormai un fatto d'archivio. Perchè da noi si è cronicizzata? Candore, terrore e utopia sembrano aver esasperato all'estremo una generazione che, prolungando all'estremo al propria adolescenza, allontana e non anticipa la maturità. Un'ibrida miscela ideologica, nata dai miti ugualitari dell'Est e dall'edonismo permissivo dell'Ovest, ha prodotto un urto violento fra giovani e società, una società che ha usato forse anche troppa indulgenza, senza avere i mezzi per tradurre in realtà le aspirazioni che aveva saputo suscitare.
Così l'utopia ha finito col generare frustrazioni e le frustrazioni violenza, disimpegno e terrorismo, ripiegamento nel privato e sogni corporativi.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

DIBATTITO - La contestazione rappresentò una cesura fondamentale, come quella successiva dell'89: dopo l'intervento di Benedetto XVI
Chiesa e '68: partita aperta
La parola «crisi» rappresenta appieno quegli anni: la speranza allora era di superarla, ma il progetto raramente riuscì. Vinse la soggettività del desiderio: ma resta oggi aperta la domanda sul futuro
di Vittorio Possenti su Avvenire del 27/07/2007
Renato Zangheri, ex sindaco del capoluogo: ma oggi non c´è il ‘brodo di coltura´
"Nel ´77 scelsi la linea dura così Bologna fermò i violenti"
Gli intellettuali: Sartre credette alla favola-repressione, ma dimostrammo il contrario. Risposta politica: La risposta ai progetti antidemocratici è una: consapevolezza dei rischi che si corrono
di Valerio Varesi su La Repubblica del 20/05/2007

In biblioteca

di Enzo Mazzi
Manifestolibri, 2008
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0