Da Il Resto del Carlino del 04/05/2006

Nuove BR: disposta una perizia psichiatrica per Diana Blefari Melazzi

Bologna, 4 maggio 2006 - La corte d'assise d'appello di Roma ha disposto una perizia psichiatrica per Diana Blefari Melazzi, ritenuta appartenente alle nuove Brigate rosse e condannata in primo grado a nove anni e sei mesi di reclusione. Il collegio dei giudici presieduto da Antonio Cappiello, su istanza del difensore della Blefari, l'avvocato Caterina Calia, ha disposto la separazione degli atti dal processo in corso nell'aula bunker di Rebibbia relativi all'imputata, nonché una perizia psichiatrica per accertare la sua idoneità a partecipare al processo. Da Bologna è arrivato il nulla osta.

Quaranta i giorni di tempo per stabilire se la militante delle Br sia affetta da infermità mentale e se questa patologia sia tale da determinare la sua impossibilità a partecipare coscientemente al processo. Gli esami dovranno però aspettare più di un mese e quindi i termini potrebbero slittare: Blefari Melazzi, infatti, si e' ammalata di varicella e bisognera' aspettare che passi il periodo di rischio di contagio.

Il perito d'ufficio Maurizio Marasco dovrà dire anche se le condizioni di salute dell'imputata siano compatibili con il regime del 41bis. Il sostituto procuratore generale, Antonio Marini, si è opposto all'accertamento psichiatrico: «Non vorrei che quella della Blefari Melazzi fosse una simulazione studiata per evitare il carcere duro. Questa infermità non risulta dalle carte. È probabile, invece, che i disturbi psichici manifestati dalla detenuta siano legati al suo senso di colpa».

Il riferimento di Marini è ad alcune lettere, trovate nella sua cella, in cui la Blefari Melazzi ammetterebbe di aver partecipato al delitto Biagi. lettere potrebbero arrivare a Bologna. La Procura di Bologna e' in attesa di questo materiale per capire se possano esserci elementi di interesse.

La circostanza però è negata con forza dal difensore Caterina Calia, che dice di aver appreso la notizia dalla stampa. «Premesso che a Bologna lei è stata condannata senza che ci fossero queste lettere. E poi ritengo che gli scritti fatti in cella dalla mia assistita - ha detto la penalista che ha nominato come consulente il dottor Antonio Coppotelli - siano sintomatici della patologia di cui sta soffrendo. Gli stessi sanitari del carcere di Rebibbia hanno parlato di psicosi ed è per questa ragione che la corte d'assise d'appello di Roma ha ritenuto opportuno disporre d'ufficio un accertamento medico più approfondito. Resta comunque gravissimo che si continui a tenere una persona in 41 bis e che il Dap (Dipartimento amministrazione penitenziaria n.d.r.) non abbia mai risposto alle istanze di revoca».

A parere dell'avvocato, Diana Blefari Melazzi ha cominciato a manifestare disturbi sin dai tempi della sua detenzione a Civitavecchia quando ancora non si erano conclusi i processi di primo grado a Roma e Bologna, rispettivamente per il delitto di Massimo D'Antona e per quello di Marco Biagi.Il crollo psicologico è avvenuto dopo le sentenze, quando, una volta rinchiusa nel carcere «Le Costarelle» dell'Aquila, la militante Br ha cominciato a rifiutare i colloqui con il legale e i propri familiari, a saltare i pasti, a non lavarsi più e a rinunciare all'ora d'aria.Il sostituto pg Marini resta sospettoso: «Non vorrei che qualcuno giocasse la carta dell'infermità mentale per evitare che la Blefari Melazzi possa raccontare quello che sa sugli ultimi omicidi compiuti dalle Br. Forse vogliono farla passare per pazza e inattendibile».

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Bologna ricorda Biagi, cerimonie separate
Prima l'omaggio di Cofferati, poi quello di Boselli e Bonino. Prodi alla messa voluta dagli amici
di Vittorio Monti su Corriere della Sera del 20/03/2006
Br, scontro sulla protezione della Banelli
Niente programma per la pentita: la Procura insiste con il Viminale
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 24/10/2005
Parla l’ex terrorista Cinzia Banelli: «Un giorno le Br potrebbero tornare»
«Il mio ultimo esame sui libri di Biagi quattro giorni prima di essere arrestata»
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 23/10/2005

News in archivio

L'uomo stava per partire per la Francia: preso a Incisa Valdarno
Brigate Rosse, arrestato Matteini. Aveva compiti di reclutamento
Decifrato l'archivio della Banelli: è lui il compagno "Antonio"
su La Repubblica del 09/12/2006
Emesso il verdetto contro i brigatisti accusati dell'assassinio del giuslavorista
Omicidio Biagi, la sentenza di appello. Quattro ergastoli, ridotta la pena a Boccaccini
Ridotta la pena ad un complice. La vedova: "Riconosciuta la giustizia"
su La Repubblica del 06/12/2006
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0