Da mondoacolori.org del 03/04/2005

Caserta24ore

Lavoro: tre anni fa l'assassinio Biagi

La festa del papà di tre anni fa Marco Biagi veniva assassinato sotto casa da un gruppo armato delle Brigate Rosse.
Era un teorico di diritto del lavoro, professore universitario ed aveva lavorato nella seconda metà degli anni ’90 come consulente con Bassolino, Treu, prima e nel momento dell’assassinio con il Ministro del Lavoro Maroni in particolare alla riforma del mercato del Lavoro.
Oggi il papà Biagi non c’è più; ci sono i suoi figli e c’è una legge che porta il suo nome.
A distanza di tre anni bisogna avere anche il coraggio di ammettere che questa legge sulla riforma del mercato del lavoro, portata a termine non da Biagi ma da chi ha voluto fin’anche sfruttare il suo assassinio, è fortemente in discussione.
La legge accentua le disuguaglianze sociali, precarizza il lavoro e genera incertezza, soprattutto per le giovani generazioni. La conseguenza della legge è un eccesso di PRECARIZZAZIONE che non tutela situazioni sociali di povertà ed impoverisce il cosiddetto ceto medio. La legge legalizza di fatto, lo sfruttamento del ricatto del reddito, abrogando nel medio lungo periodo le tutele sindacali dello statuto dei lavoratori. Della legge si avvantaggiano politici ed imprenditori che, con la complicità delle classi borghesi, hanno avviato negli anni addietro un’alternanza tra coalizioni politiche incentrate sui loro interessi. La legge Biagi, come era probabilmente nelle intenzioni del giuslavorista bolognese, avrebbe potuto funzionare in un contesto di piena occupazione, cosa irrealizzabile nel contesto sociale-politico ed economico italiano. E’ immaginabile un’Italia senza disoccupazione?
Il governo Berlusconi difende oggi a spada tratta, una legge che ha portato a termine non Biagi, ricordiamolo! Un governo che ha lasciato, invece, che Biagi venisse ucciso. Ricordiamoci della questione delle scorte e non dimentichiamo che l’Italia ha vissuto gli anni delle stragi, dei servizi segreti deviati e Gladio.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Bologna ricorda Biagi, cerimonie separate
Prima l'omaggio di Cofferati, poi quello di Boselli e Bonino. Prodi alla messa voluta dagli amici
di Vittorio Monti su Corriere della Sera del 20/03/2006
Br, scontro sulla protezione della Banelli
Niente programma per la pentita: la Procura insiste con il Viminale
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 24/10/2005
Parla l’ex terrorista Cinzia Banelli: «Un giorno le Br potrebbero tornare»
«Il mio ultimo esame sui libri di Biagi quattro giorni prima di essere arrestata»
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 23/10/2005

News in archivio

L'uomo stava per partire per la Francia: preso a Incisa Valdarno
Brigate Rosse, arrestato Matteini. Aveva compiti di reclutamento
Decifrato l'archivio della Banelli: è lui il compagno "Antonio"
su La Repubblica del 09/12/2006
Emesso il verdetto contro i brigatisti accusati dell'assassinio del giuslavorista
Omicidio Biagi, la sentenza di appello. Quattro ergastoli, ridotta la pena a Boccaccini
Ridotta la pena ad un complice. La vedova: "Riconosciuta la giustizia"
su La Repubblica del 06/12/2006
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0