Da Il Resto del Carlino del 13/06/2005

Ritardi nei risarcimenti, famigliari protestano a Montecitorio

BOLOGNA, 13 GIUGNO- Dei parenti degli 85 morti e 200 feriti della strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna, solo 20 hanno ottenuto speciali elargizioni e 30 i vitalizi che spettano loro dopo l'approvazione della legge 206 "Nuove norme a favore delle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice".

La legge, approvata il 29 luglio del 2004, dava 4 mesi alle famiglie delle vittime e a chi e' rimasto infortunato dopo l'attentato di Bologna, (ma anche a quelli di Piazza Fontana, di piazza della Loggia, dell'Italicus, del rapido 904 e dei Georgofili), per fare domanda. Cosa che, spiega il presidente dei familiari delle vittime del 2 agosto, Paolo Bolognesi, "hanno fatto almeno in 150". Non e' detto infatti, che "tutti ce lo abbiano riferito- prosegue Bolognesi-e se consideriamo che del totale dei familiari delle vittime, ne sono morte solo 7, le domande pervenute e Roma possono essere molte di piu' e solamente per Bologna".

La legge del 2004 si va ad aggiungere a quelle degli anni precedenti e fissa il totale massimo da elargire ai membri familiari dei deceduti in una delle stragi a 200 mila euro per ogni vittima e poi a scalare per chi e' rimasto invalido all'80, al 50 o a un percentuale inferiore. Cio' vuol dire che chi ha ricevuto gia' dei risarcimenti, fissati a 100 milioni di lire nel 1980 e rivalutati a 150 milioni nel 1998, ha diritto a cio' che resta dalla detrazione del ricevuto sui 200 mila euro.

"Il problema e' che le rivalutazioni sono state fatte a vantaggio dello Stato, e quindi ogni persona riceve meno di quanto si aspetta". Ma la questione dei risarcimenti alle vittime delle stragi non e' solo questa. C'e' anche "l'enorme ritardo da parte degli uffici di Roma nel corrispondere i rimborsi, i vitalizi e le elargizioni speciali- prosegue Bolognesi- e questo nonostante le domande da Bologna, con la collaborazione della prefettura, siano partite in settembre".

Ecco perche' l'associazione dei familiari del 2 agosto, assieme a tutte le altre che fanno parte dell'Unione familiari vittime per stragi, hanno organizzato una conferenza stampa a Montecitorio per giovedi' prossimo. Lo scopo, coinvolgendo i parlamentari, e' dunque di denunciare la mancata applicazione della legge 206 e l'allargamento dei contenziosi tra i familiari e lo Stato.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

La compagna dell'anarchico chiamata alla giornata delle vittime
Gemma Calabresi accoglie la Pinelli
«Giusto l'invito del Colle». Ma le associazioni dei familiari si dividono
di Claudio Del Frate su Corriere della Sera del 07/05/2009
La nuova inchiesta Lo «Sciacallo» tira in ballo i servizi segreti americani. Torna la pista del tedesco Kram
Carlos «assolve» Mambro e Fioravanti
Strage di Bologna, è stato interrogato per la prima volta a Parigi
di Biagio Marsiglia su Corriere della Sera del 26/04/2009

News in archivio

La bomba scoppiò alle 10.25 del 2 agosto 1980 nel piazzale della stazione. Cofferati: "Per arrivare alla verità si operi senza nessuna zona di incertezza"
Strage Bologna, si celebra il 27° anniversario. Bolognesi: "Sul web i documenti dei servizi"
Napolitano: "Indispensabile mantenere viva la memoria di quella drammatica stagione"
su La Repubblica del 02/08/2007
La bomba scoppiò alle 10.25 del 2 agosto 1980 nel piazzale della stazione. Il presidente dell'associazione dei familiari delle vittime si scaglia contro "l'omicidio politico"
Strage Bologna, le accuse di Bolognesi. "In Parlamento gli amici dei terroristi"
Prodi: "Le vittime hanno bisogno di verità per perdonare, e anche la democrazia ne ha bisogno". Napolitano: "Indispensabile mantenere viva la memoria di quella drammatica stagione"
su La Repubblica del 02/08/2007
Comunicato stampa: dal libro di Riccardo Bocca rivelazioni sulla strage di Bologna
Fonte: Associazione Familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna
su mondoacolori.org del 28/06/2007
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2023
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0