Da La Repubblica del 20/06/2005

Br, chiesti quattro ergastoli per l'omicidio di D'Antona

Massimo della pena per Lioce, Morandi, Mezzasalma e Broccatelli

Conclusa la requisitoria dei magistrati della Procura di Roma
Da 12 a 21 anni la richiesta per gli altri membri del gruppo eversivo
ROMA - Quattro ergastoli per Nadia Lioce, Roberto Morandi, Marco Mezzasalma e Paolo Broccatelli. E' questa la richiesta dei pubblici ministeri della Procura di Roma, Pietro Saviotti e Franco Ionta, per gli imputati del processo per l'omicidio di Massimo D'Antona. Per la Lioce, i pm hanno chiesto la pena accessoria di 18 mesi di isolamento diurno; 10 mesi invece per Morandi, sei per Mezzasalma e due per Broccatelli.

I magistrati, inoltre, hanno chiesto 21 anni di reclusione per Federica Saraceni, 20 anni per Diana Blefari Melazzi, 12 anni per Bruno di Giovannangelo, 18 per Simone Boccaccini e 5 ciascuno per i cosiddetti "irriducibili" già in carcere (Franco Galloni, Michele Mazzei, Antonino Fosso). Tre anni e sei mesi per Roberto Badel e cinque anni per Alessandro Costa. Il pm Saviotti ha infine chiesto l'assoluzione, "per mancanza di prove", per i fratelli Maurizio e Fabio Viscido.

Gli imputati sono accusati a vario titolo di reati di omicidio, rapina, detenzione di armi, progettazione di attentati a sedi sindacali e istituti di politica internazionale. Per l'omicidio di Massimo D'Antona, il giuslavorista ucciso a Roma in via Salaria il 20 maggio 1999, sono state già condannate con rito abbreviato Laura Proietti (ergastolo) e la "pentita" Cinzia Banelli (20 anni di reclusione).

Antistorici e autoreferenziali. Una requisitoria di appena dieci minuti, quella di Franco Ionta, dopo l'intervento-fiume, di circa sei ore, del pm Pietro Saviotti, che ha analizzato dal punto di vista tecnico le posizioni di tutti gli imputati. Ionta ha parlato di "antistoricità e autoreferenzialità" del progetto delle nuove Brigate rosse. "Una proposta politica senza futuro né progettualità storica - ha detto il magistrato - che si è ritenuto di veicolare con gli omicidi D'Antona e Biagi, due delitti fotocopia". Un fallimento che, secondo il capo del pool antiterrorismo, passa anche per la mancata aggregazione di altri militanti al progetto terroristico.

Il magistrato, infatti, ha citato due sigle, "Nipr" e "Npr", due formazioni considerate fino a qualche anno fa, satelliti delle stesse Br. "Le indagini ci hanno consentito di capire - ha spiegato Ionta - che entrambe le sigle non erano aree di militanza che si accreditavano per un eventuale passaggio nelle Br. Ma erano sigle e nomi che le stesse Br usavano per rivendicare alcune azioni".

Sullo stesso argomento

News in archivio

La brigatista era già stata arrestata per reati di banda armata e associazione eversiva
Appello per l'omicidio D'Antona. Saraceni condannata a 21 an
La Corte d'Assise dispone per la donna anche la decadenza della potestà genitoriale
su La Repubblica del 04/04/2008
L'uomo stava per partire per la Francia: preso a Incisa Valdarno
Brigate Rosse, arrestato Matteini. Aveva compiti di reclutamento
Decifrato l'archivio della Banelli: è lui il compagno "Antonio"
su La Repubblica del 09/12/2006
Le brigatiste rosse, in primo grado, avevano avuto condanne maggiori. Il procuratore Marini: "Una diminuzione eccessiva"
Omicidio D'Antona, in appello pene ridotte per Banelli e Proietti
su La Repubblica del 28/06/2006
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0