Da Il Resto del Carlino del 17/03/2006

L'ANNIVERSARIO

Casini: 'Il premio Biagi,

Il presidente della Camera appoggia l'iniziativa del nostro giornale e ricorda il giuslavorista come 'uno dei più illustri cittadini bolognesi'. 'Le polemiche sono disonorevoli: Biagi non va dimenticato' aggiunge. Ampi consensi in città
Bologna, 17 marzo 2006 - Per lui il professore era un amico, stesse origini montanare.

Ma oggi lo ricorda come 'uno dei più illustri cittadini bolognesi'. Per questo Pier Ferdinando Casini considera 'non solo appropriata ma lodevole l’iniziativa del Carlino di istituire un premio' alla memoria del professore ucciso dalle Brigate Rosse.

'Esprimo questa mia valutazione non da uomo di parte ma da presidente della Camera — precisa —, riconoscendo in Marco Biagi una delle figure più limpide della nostra città, un servitore dello Stato che ha pagato con la vita il proprio impegno al servizio delle istituzioni'.

Non pare casuale che le parole insistano sull’importanza di Biagi per Bologna. Appena qualche giorno fa l’economista Stefano Zamagni aveva dichiarato: 'Biagi non era strutturato qui, la sua opera scientifica era concentrata a Modena'. 'Con lui — ricorda Casini — abbiamo tutti un debito di riconoscenza che va salvaguardato. In primo luogo coltivandone la memoria senza inutili polemiche che, mai come in questo caso, sono disonorevoli per tutti. Per questo esprimo al direttore del Carlino il mio plauso più sincero'.

E piace questo premio a Paolo Giovagnoli, il pm amico: tutti ricordano le sue lacrime, al processo che ha condannato i brigatisti. 'Una bella cosa', dice con il linguaggio della confidenza. Pensa a Marina Biagi, la moglie del giuslavorista, attivissima come presidente della fondazione intitolata al marito. Conclude: 'Il premio è un modo per trasmettere la memoria di un uomo che ha fatto tanto per questa città'.

Torna la ‘bolognesità’ ricordata da Casini. Che due giorni fa, interpellato dai cronisti sul doppio anniversario cittadino — il Comune anticipa la cerimonia a sabato, scegliendo un profilo basso — aveva risposto con una battuta: 'Non faccio polemica per carità di patria'. Invece le polemiche esplodono un’altra volta. E di nuovo mettono in subbuglio l’Unione. Emma Bonino — che sarà in città, domenica, per un’iniziativa elettorale — parla a un convegno della ‘Rosa nel pugno’ sul mercato del lavoro e chiede di ripartire dal Libro bianco. Da Bologna Tiziano Loreti, segretario del Prc, qualche ora prima aveva ribadito: 'La legge Biagi deve essere cancellata'.

E’ una giornata di appelli. Tanti insistono sulla solidarietà alla famiglia del professore e bacchettano chi specula, naturalmente mettendo nel conto sempre gli altri. Giuseppe Bacchi Reggiani, segretario della Margherita, crede 'che il 19 marzo, il giorno della morte di Marco Biagi, sia una data da custodire nella memoria di tutti i bolognesi' però invoca 'più compostezza'.

La ‘pacificazione’, cominciano a pensare in tanti, deve riportare Biagi alla città che lui amava. Paolo Marcheselli, l’ex provveditore, vedrebbe bene il coinvolgimento delle scuole. Ha un senso a Bologna, città martire del terrorismo. Questa chiave di lettura, distante anni luce da ogni polemica, piace anche ai sindacati, che invece per quest’anniversario non hanno previsto iniziative autonome.
Saranno in piazzetta Biagi, alle 11.30 di domani. E’ la manifestazione del Comune. Mancherà qualche assessore. Maurizio Zamboni sarà a Roma, interverrà invece Libero Mancuso.


di Rita Bartolomei

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Bologna ricorda Biagi, cerimonie separate
Prima l'omaggio di Cofferati, poi quello di Boselli e Bonino. Prodi alla messa voluta dagli amici
di Vittorio Monti su Corriere della Sera del 20/03/2006
Br, scontro sulla protezione della Banelli
Niente programma per la pentita: la Procura insiste con il Viminale
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 24/10/2005
Parla l’ex terrorista Cinzia Banelli: «Un giorno le Br potrebbero tornare»
«Il mio ultimo esame sui libri di Biagi quattro giorni prima di essere arrestata»
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 23/10/2005

News in archivio

L'uomo stava per partire per la Francia: preso a Incisa Valdarno
Brigate Rosse, arrestato Matteini. Aveva compiti di reclutamento
Decifrato l'archivio della Banelli: è lui il compagno "Antonio"
su La Repubblica del 09/12/2006
Emesso il verdetto contro i brigatisti accusati dell'assassinio del giuslavorista
Omicidio Biagi, la sentenza di appello. Quattro ergastoli, ridotta la pena a Boccaccini
Ridotta la pena ad un complice. La vedova: "Riconosciuta la giustizia"
su La Repubblica del 06/12/2006
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0