Da Corriere della Sera del 09/02/2007

Manuzza accusa, Provenzano si annoia

MILANO — Bernardo Provenzano ha ascoltato impassibile, per ore, uno dei suoi uomini che lo accusava. Il boss ha infatti assistito in videoconferenza dal carcere di Terni alla deposizione, nell'aula bunker di Milano davanti ai giudici della terza sezione del Tribunale di Palermo, del pentito Antonino Giuffrè, detto Manuzza, suo ex braccio destro, che ieri ha cominciato a dare l'interpretazione dei 36 «pizzini» trovati nel covo dove Provenzano fu arrestato.
La sua deposizione proseguirà oggi.
Quando Manuzza ha cominciato a snocciolare nomi e cifre l'unica reazione del boss, vestito con giubbotto e pantaloni scuri, è stata quella di muovere i piedi. Poi, con aria annoiata, si è lisciato il mento, ha tolto e inforcato con aria apparentemente distratta gli occhiali bordati in metallo dorato, gli stessi che aveva quando fu arrestato.
Ha riservato anche un sorriso cortese all'agente donna che lo ha sorvegliato per qualche ora.
A Milano, intanto, Giuffrè ricordava date, circostanze, somme. Dalla «metanizzazione di Ventimiglia», in Sicilia, al «discorso abbastanza problematico e complesso» delle due aziende che dovevano fornire il calcestruzzo all'«ingegner La Barbera» e per il quale Manuzza si avvalse di Sinatra, «che se non ricordo male è stato ucciso».
Sinatra era utilizzato «per contattare le aziende di cui non avevo notizie che erano a posto».
E per «aziende a posto» si intendono quelle che dovevano pagare il pizzo per lavorare.
Commentando i «pizzini», Giuffrè, su sollecitazione del pm Prestipino, ha ricordato, tra le altre, la vicenda del figlio geometra di un mafioso che doveva sostenere un esame di Stato per il quale fu contattato e convinto un professore.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Relazioni occulte dietro i delitti I segreti del «codice Provenzano»
L'analisi dei pizzini del boss in un libro del pm Prestipino «Ma c'è un mondo sommerso ancora tutto da scoprire»
di Giovanni Bianconi su Corriere della Sera del 08/03/2007
I verbali sul covo raccontano una latitanza dorata
Cachemire e giacca di seta l´inventario di Provenzano
Dai beauty case alle posate, smentita l´immagine del bandito-pastore
di Attilio Bolzoni su Corriere della Sera del 31/01/2007

News in archivio

MAFIA: PROVENZANO, ABUSIVO IL COVO DEL BOSS A CORLEONE
E' STATO ACCERTATO NEL SOPRALLUOGO DI OGGI DAI TECNICI COMUNALI
su Adnkronos del 27/06/2006
 
Cos'è Archivio900?
«Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realtà è una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)»... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0