Da La Repubblica del 04/04/2008

La brigatista era già stata arrestata per reati di banda armata e associazione eversiva

Appello per l'omicidio D'Antona. Saraceni condannata a 21 an

La Corte d'Assise dispone per la donna anche la decadenza della potestà genitoriale

ROMA - Omicidio D'Antona, per Federica Saraceni l'appello rovescia la sentenza di primo grado. La brigatista, figlia di un ex magistrato e parlamentare, è stata infatti condannata per il delitto del professore, ucciso dalle Br nel maggio del 1999.

E' quanto ha deciso la seconda Corte di Assise di Appello di Roma che ha inflitto alla Saraceni, assolta in primo grado per l'accusa di omicidio, 21 anni e 6 mesi di reclusione. La Corte ha disposto per la donna anche la decadenza della potestà genitoriale.

Dalla pena inflitta alla Saraceni, dovranno essere scalati i 4 anni e 8 mesi che l'imputata ha già scontato dopo l'arresto avvenuto nell'ottobre del 2003 per i reati di banda armata e associazione eversiva. La corte d'Assise ha infine ribadito le assoluzioni di Paolo Broccatelli dall'omicidio D'Antona, di Alessandro Costa e Roberto Badel dall'associazione eversiva e dalla banda armata, di Bruno Di Giovannangelo e Simone Boccaccini da alcune rapine di autofinanziamento, e di Marco Mezzasalma dagli attentati firmati Nipr e Nipr e da alcune rapine.

Costa e Badel a parte, gli altri imputati sono da tempo in carcere per scontare pene delle quali si è già pronunciata la Cassazione: 9 anni a Broccatelli, 5 anni e mezzo Di Giovannangelo, 5 anni e 8 mesi Boccaccini, e l'ergastolo a Mezzasalma. Diana Blefari Melazzi, invece, rispondeva dei reati associativi e di porto e detenzione di materiale esplosivo.

Sullo stesso argomento

News in archivio

L'uomo stava per partire per la Francia: preso a Incisa Valdarno
Brigate Rosse, arrestato Matteini. Aveva compiti di reclutamento
Decifrato l'archivio della Banelli: è lui il compagno "Antonio"
su La Repubblica del 09/12/2006
Le brigatiste rosse, in primo grado, avevano avuto condanne maggiori. Il procuratore Marini: "Una diminuzione eccessiva"
Omicidio D'Antona, in appello pene ridotte per Banelli e Proietti
su La Repubblica del 28/06/2006
 
Cos'è Archivio900?
«Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realtà è una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)»... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0