Da La Repubblica del 16/07/2007
Originale su http://www.repubblica.it/2007/07/sezioni/esteri/litvinenko/litvinenko/...

Londra espelle 4 diplomatici russi. Guerra di spie tra il Volga e il Tamigi

Tutto nasce come rappresaglia contro Mosca che ha negato l'estradizione di Lugovoi, accusato dalla Gran Bretagna di essere l'omicida di Litvinenko

di AA.VV.

LONDRA - La Gran Bretagna ha disposto
l'espulsione di quattro diplomatici russi, accreditati presso l'ambasciata della Russia a Londra, in seguito al rifiuto di Mosca di estradare Andrei Lugovoi, il principale sospettato per l'uccisione dell'ex colonnello del Kgb Aleksandr Litvinenko. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri britannico, David Miliband.

La decisione crea molta tensione nei rapporti tra le due diplomazie. Anzi, nel giro di poche ore, la tensione diventa scontro diplomatico. "La scelta di Londra è immorale e avrà gravi conseguenze" sentenzia Sergei Lavrov, il ministro degli esteri russo.

Le espulsioni - Le espulsioni dei diplomatici russi dalla Gran Bretagna sono state decise da Londra in seguito allo scontro diplomatico con Mosca sul caso Litvinenko, l'ex agente del Fsb avvelenato con polonio 210 il primo novembre scorso a Londra e morto dopo 22 giorni di agonia.

Secondo gli inglesi il principale responsabile della morte dell'ex agente russo è Andrei Lugovoy che però Mosca si è rifiutata di estradare. Le espulsioni di oggi, insomma, hanno tutta l'aria di essere una rappresaglia nata da quel rifiuto. "Si tratta di una situazione che il governo avrebbe preferito evitare e che non ci rallegra affatto. Ma non avevamo altra scelta" ha dichiarato David Miliband, il ministro degli Esteri inglese, in un discorso alla Camera dei Comuni.

Altre misure - Oltre all'espulsione di quattro diplomatici dell'ambasciata russa a Londra, il ministro degli Esteri britannico David Miliband ha annunciato la "revisione" dei rapporti di cooperazione con Mosca in diversi settori. Come misura "accessoria" il governo britannico ha infatti deciso, nel quadro della rappresaglia diplomatica in risposta al 'niet' di Mosca per la consegna di Lugovoi, di sospendere i negoziati per il rilascio di visti d'ingresso agevolati ai cittadini russi.

Le indagini - Nei giorni scorsi, quando la procura moscovita ha ufficialmente negato l'estradizione di Lugovoi, le autorità britanniche hanno definito "inaccettabile" la posizione di Mosca e hanno ribadito la determionazione a processare Lugovoi a Londra.

Litvinenko e Lugovoi si erano incontrati lo scorso 1 novembre nel Pine Bar dell'Hotel Millenmium, a Grosvenor Square, nel centro di Londra. La sera stessa l'ex colonnello del Kgb, ritenuto molto vicino all'oligarca russo Boris Berezowski mandato in esilio da Putin, accusò un malore e fu ricoverato con i sintomi dell'avvelenamento da sostanza radioattiva. L'ex 007 russo, sul letto di morte, ha accusato il Cremlino di aver ordinato la sua eliminazione.

La rabbia di Mosca - L'agenzia di stampa Ria Novosti cita fonti diplomatiche moscovite e annuncia che Mosca darà una "risposta adeguata" all'espulsione dei quattro diplomatici da Londra. Per il deputato Andrei Kokoshin, la mossa di Londra "è un errore che finirà per danneggiare più la Gran Bretagna che non la Russia". L'espulsione dei diplomatici russi e il congelamento dei negoziati per la facilitazione dei visti fra i due paesi "danneggeranno pesantemente le relazioni bilaterali: e dal punto di vista economico, chi ci perderà di più sarà Londra".

I precedenti - L'ultima volta che le autorità britanniche avevano revocato le credenziali a dei diplomatici russi risale al 1996. In quel caso si trattò di una ritorsione immediata in risposta all'esplusione di quattro diplomatici inglesi che, secondo Mosca, mantenevano contatti con un russo sospettato di lavorare per i servizi segreti britannici.

Del resto il capitolo delle espulsioni reciproche tra Mosca e Londra è bello ricco. Si va dal caso più clamoroso nel 1971 - quando ben 105 sovietici dovettero lasciare Londra, seguiti a ruota dalla partenza di altrettanti britannici da Mosca - a quello del 1985, il caso Oleg Gordevski, la talpa sovietica. Il caso scoppia a settembre. La Gran Bretagna caccia grazie alle sue rivelazioni 25 fra diplomatici, imprenditori e giornalisti. Mosca risponde in perfetta simmetria. L'incidente più recente è del gennaio 2006.
Presunte spie britanniche vengono prese, dicono i russi, con le mani nella marmellata. Ma Putin, che per tutta la vita ha fatto la spia del Kgb, lascia correre. E spiega: "Perchè espellere qualcuno che sappiamo essere un agente, col rischio di vedere arrivare qualcun'altro che non sappiamo essere tale?".

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Nel computer dell'ex consulente della Mitrokhin 19 pagine sul premier. Poi i pm di Milano Spataro e Salvini, il direttore del Cesis e i giornalisti di Repubblica
Il falso dossier di Scaramella "Così la Russia manipola Prodi"
I pm hanno chiesto di utilizzare le registrazioni telefoniche tra Scaramella e il presidente della Mitrokhin
Scaramella e la trappola della Mitrokhin
"Guzzanti parte lesa". Ma nelle carte spunta un´altra ipotesi
di Giuseppe D'Avanzo su La Repubblica del 27/12/2006
Mitrokhin, oggi le verità di Scaramella
Il consulente in carcere davanti ai Pm: calunnia aggravata
di Carlo Bonini su La Repubblica del 27/12/2006

News in archivio

Identificato l’avvelenatore di Litvinenko
Scotland Yard scopre il «quarto uomo» che incontrò l’ex spia russa e lo uccise con una dose letale di polonio
su Il Tempo del 21/01/2007
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0