Da La Repubblica del 15/12/2005

Erano accusati di alto tradimento per i presunti depistaggi. La corte d'Assise di appello di Roma: "Il fatto non sussiste"

Strage di Ustica, assolti in appello i generali Bartolucci e Ferri

Nel disastro morirono le 81 persone a bordo del Dc9 Itavia. I familiari delle vittime: "Nessun responsabile. E' un'indecenza"

di AA.VV.

ROMA - I generali Lamberto Bartolucci e Franco Ferri sono stati assolti in appello dall'accusa di alto tradimento relativa alla strage di Ustica. La Prima corte di Assise di appello di Roma, presieduta da Antonio Cappiello, ha decretato che "il fatto non sussiste". I due alti ufficiali erano finiti sul banco degli imputati in relazione ai presunti depistaggi sul disastro del giugno 1980.

Subito dopo la lettura della sentenza Daria Bonfietti, senatrice Ds e presidente dell'associazione familiari delle vittime, ha manifestato tutta la sua delusione: "C'è la certezza che un aereo civile è stato abbattuto in tempo di pace ma la magistratura non è riuscita a trovare i responsabili che hanno impedito questa verità. E' un'indecenza non solo per i familiari delle vittime ma anche per tutti i cittadini italiani".

Dal canto loro, i pm Erminio Amelio e Maria Monteleone hanno rimarcato che "rimane un'ombra su tutta la ricostruzione". "Prendiamo atto della sentenza - hanno detto - e sottolineamo come i giudici hanno stabilito che ci sia stata una insufficienza di prove. Ora aspettiamo di capire dalla motivazione dei giudici qual è il punto dove le prove sono stati insufficienti". Per i pm, a questo punto "è scontato il ricorso in Cassazione, soprattutto dopo che in primo grado la sentenza aveva resistito a tutte le prove".

Il verdetto è stato pronunciato dopo cinque ore di camera di consiglio in base al secondo comma dell'articolo 530 del codice di procedura penale (l'equivalente della vecchia formula dell'insufficienza di prove).

Bartolucci e Ferri, entrambi ottantenni, nel 1980 erano rispettivamente capo di stato maggiore e vice capo di stato maggiore dell'Aeronautica militare. Erano accusati di omessa comunicazione al governo di informazioni sul disastro aereo. Per questa accusa il 30 aprile 2004, dopo un processo durato tre anni, la terza corte di Assise di Roma dichiarò la prescrizione. Bartolucci e Ferri furono invece assolti, al pari di altri due imputati, Zeno Tascio e Corrado Melillo, dall'accusa di alto tradimento. La Corte aveva ritenuto che l'imputazione contestata avesse soltanto turbato (e non impedito come aveva sostenuto la procura) l'esercizio delle prerogative del governo nel chiarire l'accaduto.

Nel disastro del 27 giugno del 1980 morirono tutte le 81 persone che erano a bordo del Dc9 dell'Itavia precipitato nei pressi di Ustica. E 25 anni dopo non è ancora stato stabilito che cosa accadde quella notte: uno dei tanti misteri italiani che non trovano soluzione.

Altri articoli in archivio


Daria Bonfietti: si riapre politicamente un mistero d´Italia. I sostenitori dell´Arma azzurra: un atto dovuto
Ustica, lo Stato va in Cassazione
Ricorso sulla sentenza che assolse i generali dell´Aeronautica
di Giovanni Maria Bellu su La Repubblica del 02/06/2006

Documenti


27 giugno 1980
Ustica, cronologia di una strage
Fonte: Almanacco dei misteri d'Italia
27 giugno 1980
Elenco completo delle 81 vittime della strage di Ustica
I passeggeri e personale di bordo del volo dell'Itavia numero 870
27 giugno 1980
2. Il caso Ustica
Dalla relazione della Commissione Parlamentare sul Terrorismo.

Download


è necessario essere utenti registrati
è necessario essere utenti registrati
Guglielmo Sinigaglia è stato testimone della strage.
è necessario essere utenti registrati

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

II relitto del DC9 pazientemente ricostruito. Gli effetti personali delle 81 vittime del volo Itavia. Curato da Christian Boltanski, nasce a Bologna il Museo di Ustica.
La galleria di fantasmi che chiedono giustizia per la strage impunita
Per evitare che, di questo e altri misteri italiani, restino solo schegge
La Cassazione assolve i generali. Il capo dell'Aeronautica: «Cancellate le ombre». Il legale dei familiari: «Siamo indignati»
Ustica, nessun colpevole. E nessun risarcimento
L'ira dei parenti delle vittime. Il governo: benefici già previsti nella Finanziaria
di Dino Martirano su Corriere della Sera del 11/01/2007

News in archivio

Sentenza del tribunale civile di Palermo, a cui, nel 1990, si erano rivolti i parenti di quattro persone morte il 27 giugno '80. Un verdetto diverso da quello, definitivo, del processo penale
Ustica, giudice ordina risarcimento per quattro vittime della strage
su La Repubblica del 30/05/2007
Sostituire la formula "il fatto non sussiste" con quella "perchè il fatto contestato non è più previsto dalla legge come reato" aprirebbe la strada ai risarcimenti delle vittime
Strage di Ustica, il Pg della Cassazione "Si cambino motivazioni dell'assoluzione"
su La Repubblica del 10/01/2007
Lungo viaggio da Pratica di Mare al capoluogo felsineo. ll velivolo sarà ricostruito nel museo della memoria
Bologna, arrivato il relitto del Dc-9 di Ustica
su La Repubblica del 25/06/2006

In biblioteca

di Ray Cipson, Mark Demon
Lo Vecchio, 2008
di Ray Cipson, Mark Demon
Lo Vecchio, 2008
 
Cos'� Archivio900?
�Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe (e che in realt� � una serie di golpes istituitasi a sistema di protezione del potere)�... [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Dossier
Finestre sul '900 italiano
Biblioteca
• Emeroteca
• Mediateca
Indice dei nomi
Indice delle sigle
Elenco delle fonti
Notizie dalla storia
• Cronologia '900
Citazioni
• Parole chiave '900
Directory degli articoli
News
Download area
Link
Collabora con noi
Notizie dalla storia
Notizie dalla storia
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0